Conservazione Preventiva Antitarlo

Citiamo alla lettera l’Istituto Centrale per la Documentazione ed il Catalogo - ICDC:

Nella conservazione preventiva la tutela si attua attraverso azioni mirate al mantenimento dei beni
nelle condizioni di maggior cura e di minor rischio, prevenendo l’insorgere della degradazione del materiale, allo scopo di mantenerne l’integrità fisica il più a lungo possibile nel tempo, e con essa la leggibilità e fruibilità insita nella sua natura di Bene Culturale.
 La conservazione preventiva consiste di azioni rivolte indirettamente all’opera, poiché agisce sull’ambiente conservativo e sulla qualità dei materiali (arredi, supporti, contenitori…), ottimizzando i fattori che contribuiscono a prevenire il deterioramento del bene. Naturalmente tali azioni possono essere concepite solo in un ambito multidisciplinare, poiché nella formulazione di azioni sull’ambiente e di linee guida di comportamento a carattere preventivo e conservativo sono coinvolte le conoscenze della chimica e della fisica dei materiali e dell’ambiente, della biologia nonché le competenze proprie della disciplina del restauro.


La Conservazione Preventiva, quindi, si rivolge, dal punto di vista della tutela dall'attacco dei tarli,  alle opere nel loro ambito conservativo e considera ogni singola azione che concorra alla loro cura e tutela nel tempo, coordinandole in progetti unitari.
 Questa è la mission di ArteControl Consulting, attuata operativamente con Olympo System Antitarlo e con il supporto del Polo Interdisciplinare.
Olympo System Antitarlo si prefigge di mettere in gioco le risorse più qualificate, le tecnologie più avanzate e le metodologie più sperimentate e, inoltre, di accompagnare il committente nella programmazione delle azioni da mettere in atto, in modo che la Conservazione Preventiva sia il più possibile efficace, con il minor impiego di risorse possibile.

Abbiamo fatto nostri questi principi sin dall’inizio, come dichiarato nella nostra Mission.
Abbiamo messo in atto il modulo Olympo System Antitarlo, per andare oltre le azioni rivolte alla tutela delle opere ed integrarle con quelle che “agiscono sull’ambiente conservativo e sulla qualità del materiali - arredi, supporti, contenitori”. Abbiamo creato il Polo Interdisciplinare, per "operare in un ambito multidisciplinare e per ottimizzare il controllo sui fattori che contribuiscono a prevenire il deterioramento del bene”. Abbiamo impostato il Registro di Pest Management, per tracciare, nella “formulazione delle azioni sull’ambiente, le linee guida di comportamento a carattere preventivo e conservativo”.